Carlo Loiodice
Il Fine Lettore

Logo UIC Parma-Club

Corso di Fine Reader - Lezione 8:
Editor linguistico e dizionari.

Mi è capitato di scansionare un testo che conteneva diverse parole in lingua straniera. In questo caso FR mi sembrava peccare per eccesso di zelo. Infatti, applicando il dizionario della lingua italiana, alcune parole venivano corrette impropriamente. Così, ad esempio, “La cité des sciences’ diventava “La gite des sciences’.
Un altro caso è quello dei numeri. Vi è certo capitato di dover correggere delle date come “I948’ o “I92I’. E badate che in questo caso talvolta anche l´occhio del vedente viene ingannato dalla somiglianza tra la I maiuscola e la cifra 1.
Come fare? Il modo esiste. Di sicuro rallenterà un po´ la fase di riconoscimento, ma il risultato vale senz´altro la pena.

Sono due i menu ai quali mettere mano.

<Menu/strumenti/editor linguistico.
Vi troviamo un elenco a due livelli da percorrere con le frecce verticali e poi con le orizzontali per salire o scendere di livello.
I livelli 0 sono:
lingue principali
lingue aggiuntive
lingue artificiali
lingue formali.
Scendendo di livello, troviamo un elenco di lingue che noi marcheremo o smarcheremo a seconda dell´interesse che ciascuna di esse riveste per noi.
Nelle lingue aggiuntive io ho marcato il latino; nelle lingue formali ho marcato i numeri, ma ci sono anche le formule chimiche o i linguaggi di programmazione.
Per visualizzare le operazioni di spunta conviene attivare tutti i grafici in prolissità Jaws e poi eventualmente etichettarli con “marcato’ e “non marcato’.

<Menu/strumenti/opzioni> scheda “riconoscimento.
La prima casella è: “lingua di riconoscimento’, dove sicuramente ci sarà scritto “italiano’ oppure la lingua che occasionalmente voi avete scelto l´ultima volta. Ma ora vediamo come dire a FR di usare contemporaneamente due o più dizionari.
A. Digitare la barra spaziatrice per portarsi in una finestra, dove il cursore è ancora posizionato su “italiano’.
B. Digitare <home> e fare attenzione perché Jaws fa uno strano scherzo: con la voce dice “Seleziona più lingue...’, mentre la barra scrive ancora “italiano’.
C. Diamo l´invio e ci troviamo su una nuova finestra somigliante alla precedente, con un elenco di lingue che noi dobbiamo marcare o smarcare. Se dobbiamo etichettare i grafici, teniamo presente che il graphic di italiano è marcato, mentre gli altri non lo sono finché noi non digitiamo la barra spaziatrice.
D. Diamo l´invio e torniamo nella precedente finestra, dove verificheremo che siano riportate le lingue marcate separate da un punto e virgola. Mentre scrivo, in considerazione delle caratteristiche del lavoro che sto facendo, ho marcato: francese;inglese;italiano;numeri.

Per ora posso assicurarvi che la “gite des sciences’ è tornata spontaneamente “cité des sciences’. Con i numeri per ora funziona, ma come dire con certezza se FR dà o non dà i numeri?

CL

Lezione precedente
Indice del Corso

Torna indietro
Torna alla Home Page

Scrivi alla redazione del sito



[ Copyright 1999 - 2002 UIC Parma-Club ]