Paola Vagata
Lezioni su Outlook Express

Logo UIC Parma-Club

Questo testo fa parte di una serie di lezioni su Outlook Express realizzate nell'ambito della lista tecnica UICTech. Tutto il materiale confluira' in una pubblicazione unitaria che verra' messa gratuitamente a disposizione di chi vorra' fruirne.

Copyright (c) 2001 Paola Vagata
E' garantito il permesso di copiare e distribuire questo documento, a patto di non modificarne il contenuto, seguendo i termini della GNU Free Documentation License, Versione 1.1 o ogni versione successiva pubblicata dalla Free Software Foundation, con la Sezione Non Modificabile "Premessa"
Una copia della licenza e' reperibile all'indirizzo:
http://fly.cnuce.cnr.it/gnu/doc.it/fdl.it.html

Lezione 0 - Premessa

Questo corso per l'uso di Outlook Express (dalla versione 5 in poi) non vuole affatto sostituire il manuale e la guida in linea del programma, ma deve servire come integrazione, quale supporto per un uso il piu' possibile agevole da parte dei non vedenti.
Nell'esposizione delle lezioni, non daro' nulla per scontato, almeno per cio' che concerne la posta elettronica, giacche' questo corso, se lo si ritiene opportuno, potra' essere pubblicato in siti Internet o stampato.
Dividero' il programma in 3 moduli:
1) Corso base (cos'e' Outlook Express, come inviare e ricevere messaggi, come rispondere ed inoltrare messaggi, come inserire file di testo, come inserire e salvare allegati);
2) Corso avanzato (La copia carbone nascosta, creazione di nuove cartelle, spostamento dei messaggi, creazione di regole di posta elettronica, creazione di nuovi account e identita', visualizzazioni, gestione della rubrica ecc.);
3) Gestione dei newsgroups.
Non mi soffermero' sugli elementi base di Windows, dando per scontato che chi utilizza programmi di questo genere abbia frequentato un corso di alfabetizzazione informatica, o comunque abbia i prerequisiti necessari per l'uso di tale sistema operativo.
Durante le lezioni i riferimenti agli screen readers saranno generici, in quanto non tutti usano gli stessi. Eventualmente, gli esperti degli screen readers piu' in uso (Jaws, Outspoken, Windows Eyes ecc), potranno integrare le spiegazioni con suggerimenti per poter usare meglio l'applicazione con detti screen readers.
Per qualsiasi chiarimento, segnalazione o osservazione, si puo' inviare una e-mail a
paolavagata@katamail.com

Lezione 0
Prima di cominciare
Prima di addentrarci nella conoscenza di Outlook Express, in questa lezione esporro' le principali caratteristiche del programma ed alcuni cenni preliminari, in altre parole, cio' che bisogna sapere per poter gestire la posta elettronica.
Per poter navigare in internet, inviare e ricevere messaggi di posta, occorre registrarsi ad un ISP (dall'inglese "Internet Service Provider); lo si puo' fare tramite dei CDRom forniti gratuitamente, oppure anche per telefono (ogni provider, in genere, ha un proprio numero verde). Terminata la registrazione (in cui vengono richiesti alcuni dati personali) ci vengono fornite informazioni utili per la connessione al servizio, l'invio e la ricezione dei messaggi e la navigazione in Internet. In particolare, l'indirizzo di posta elettronica serve a identificarci, allorche' inviamo messaggi. E' un po' come il nostro numero telefonico o come il nostro indirizzo di casa, unici in tutto il mondo. Un indirizzo si divide in due parti: nome utente (che possiamo scegliere quando ci registriamo ad un provider) e dominio (il nome del provider e l'estensione, che spesso ne identifica la provenienza. Le due parti (nome utente e dominio) sono divise dal simbolo @ (chiocciola), che gli inglesi pronunciano "at", termine che in inglese significa "a, presso"; l'estensione viene separata da un punto. Gli indirizzi di posta elettronica si scrivono generalmente con lettere minuscole. Analizziamo ad esempio il mio indirizzo di posta:
paolavagata@katamail.com
. Il nome utente e' dunque "paolavagata", mentre "katamail.com" e' il nome del provider, che in questo caso ha scelto di utilizzare un'estensione di tipo internazionale (.com). Le estensioni possono essere diverse: .it che indicano il dominio di provenienza italiana, .ru se si tratta di domini russi, .org, se si tratta di un'organizzazione, ecc.. C'e' da notare che alcuni provider considerano come nome utente l'intero indirizzo di posta (esempio, il provider "email".

Ma cos'e' Outlook Express?
Outlook Express e' un programma di posta elettronica (o "Mailer), che viene fornito con Windows, insieme ad Internet Explorer. Mentre quest'ultimo serve a navigare in Internet, Outlook Express offre tutti gli strumenti necessari per scambiare posta elettronica e partecipare ai newsgroups, gruppi che trattano vari argomenti, in cui si possono scambiare idee e informazioni. Vediamo piu' da vicino come si puo' gestire la posta elettronica con Outlook Express.
1) Si possono gestire piu' account (o Caselle) di posta e dei newsgroups.
2) Si possono creare piu' Identita' o Utenti per lo stesso computer, in modo che diverse persone possano lavorare sul medesimo programma. In poche parole, e' come se vi fossero tante istanze di Outlook Express (tante copie di Outlook Express) quante sono le persone che intendono lavorare su un dato computer.
Ogni identita' puo' essere protetta con una password, cosicche' solo gli interessati potranno accedere alla loro istanza del programma. Ciascuna identita' avra' le sue cartelle di posta elettronica e la propria rubrica, al fine di tenere separati i singoli utenti, oppure, poniamo, la posta di lavoro da quella privata.
3) E' possibile sottoscrivere newsgroups in modo da scaricare i messaggi dalla rete, per poterli leggere e rispondere con calma a quelli ritenuti di un certo interesse, al fine di intervenire nelle diverse discussioni.
4) Creare nuove cartelle, in aggiunta a quelle gia' esistenti, da collocare in diverse posizioni (ad esempio, si possono salvare tutti i messaggi che una data persona ci invia e raggrupparli in sottocartelle, ciascuna contenente messaggi risalenti ad ogni mese dell'anno).
5) Creare regole di posta elettronica, o "filtri", che consentono di compiere varie operazioni automaticamente, come ad esempio, spostare, dopo la ricezione, alcuni messaggi aventi per oggetto una certa stringa, o provenienti da un dato indirizzo di posta,in una cartella specificata da noi, copiarli, eliminarli e cosi' via.
6) Si possono anche creare visualizzazioni personalizzate per la posta (ad esempio, al fine di vedere in un colpo solo tutte le informazioni che riguardano ogni singolo messaggio, si puo' decidere, per esempio, di non visualizzare elementi per noi poco interessanti, come l'elenco cartelle, la barra di Outlook, il riquadro di anteprima ecc.).
7) Inviare i messaggi in diversi formati, inserendo allegati, immagini, suoni e firme personalizzate.
8) Inviare e ricevere messaggi protetti, con firma digitale, in modo da garantire al destinatario l'identita' del mittente. Attraverso la creazione di messaggi codificati, si potra' consentirne la lettura solo ai destinatari interessati.
I messaggi in ciascuna identita' di Outlook Express sono organizzati in cartelle, proprio come il disco fisso di un PC. Quelle indispensabili sono, a partire da "cartelle locali" (quella principale): posta in arrivo, posta in uscita, posta inviata, posta eliminata e bozze (in cui collocare, se vogliamo, i messaggi da rivedere e correggere prima dell'invio).
Naturalmente Outlook Express consente anche di gestire una rubrica, che si presenta come una pagina tabulata, e che permette di archiviare tutte le informazioni riguardanti ogni singolo contatto (nome e cognome, indirizzo, telefono, home page ecc.).

Naturalmente questa e' solo un'illustrazione sintetica delle potenzialita' di O.E.; i vari aspetti verranno approfonditi piu' avanti, durante il corso.

Nella prossima lezione vedremo come aprire Outlook Express e come settarlo, in modo da utilizzarlo piu' agevolmente.

Lezione successiva
Indice del Corso

Torna indietro
Torna alla Home Page

Scrivi alla redazione del sito



[ Copyright 1999 - 2002 UIC Parma-Club ]